Alberto Arato
Varietà delle domande
Un'esperienza per dimostrare l'importanza della competenza interrogativa nell'attività curricolare.
pubbl. in "Scuola Viva", Anno XXXI - n. 1 - Gennaio 1995 - SEI - Torino

Varietà delle domande

Uno sguardo alle più recenti tendenze della didattica, mette in rilievo un risveglio d'interesse per una competenza a lungo ignorata nell'insegnamento perché sempre considerata un'abilità di base largamente riconoscibile: si tratta della capacità di porre domande sensate e appropriate alle varie situazioni cognitive. In realtà l'attenzione per le domande 'generatrici di conoscenza' è iniziata fin dai primordi della riflessione filosofica. Weinrich per primo, tuttavia, guidato dall'ipotesi che sotto l'atto specifico del domandare si nascondesse una complessa serie di operazioni cognitive e che le domande non si esaurissero mai in una semplice raccolta di informazioni, ha definito e studiato quella che oggi viene comunemente chiamata "competenza interrogativa". Seguendo questa pista, studi recenti hanno dimostrato che le domande sono un fondamentale fatto cognitivo, in quanto si pongono come importanti mediatori nei processi di accesso e di risistemazione della conoscenza. In questo modo si sono intraviste le notevoli potenzialità di una didattica che abbia come obiettivo un razionale e sistematico sviluppo di tale competenza.
L'esperienza che verrà proposta in questo articolo, sperimentata in una seconda media, mostra come sia possibile parlare di variabilità linguistica attraverso l'analisi delle domande presenti in alcuni testi orali e scritti. Capire come il linguaggio influenza il modo di porre domande, significa conoscere come si creano diverse percezioni del mondo in relazione agli stessi eventi. Diventa quindi possibile verificare quali strategie vengono messe in atto per adeguare il linguaggio all'ambiente esterno.
L'ipotesi di fondo è dunque che, per migliorare la propria comunicazione nelle situazioni che richiedono flessibilità di linguaggio e adattamento al contesto, occorre anche potenziare la propria competenza interrogativa. Ogni domanda infatti richiede una grande sensibilità contestuale che in termini pratici è la base su cui si costruisce la capacità di usare linguaggi settoriali diversi in relazione agli scopi della comunicazione.
[...]

atelier | corsi | didattica | laboratorio
atelier | courses | education | factory
home | curriculum | pubblicazioni | progetti | contatti
home | curriculum | publications | projects | contact us

Copyright © 2006 Alberto Arato
official site