Rate this Content 0 Votes

Non parli il giovane attore

che presta sul volto

confuse espressioni.

 

La storia d'altri entra

e plasma e trasforma lo sguardo

per dire il "vivi con me"

tutto chiuso

in voli d'occasione.,

 

ali tarpate dal principio

sotto lo sguardo severo

del vegliardo.

 

Struggere il duro del sé,

chiarire all'istante

le cento volute

patetiche e amare.

 

Così si può amare il bimbo nonno,

ed è tragico farlo

se l'atrio è violato di quegli

illusi tristi occhi.

 

Tu, noce di mandorlo e frutta,

racconti e pirghi la luce

per saggiarne l'onnipotente e

inferma bellezza.

 

Le trame stanche

sarebbero un contatto

impresso dalle parole attoscate.

Così la solitudine non sarebbe condanna

ma terra che impreca

i sassi e verde che disamora il sentimento.

 

Vagherai a lungo

mendicando qualche ascolto

che doni roccia al tuo tempo concluso

e volo al contempo di

libellula

amorosa.

 

(1987)