Rate this Content 0 Votes

Saggio odorare il canto notturno albeggia

Ed ecco nascosto nel mirto solare

L'inchiostro, paese dei balocchi e mentire assoggetto

Da forza a parole-diamanti.

 

A raccolta riunite sensi essere

Gridate trasparenze cristallee

Del quarzo, e rosate ametiste

Affascina e sporca.

 

Vi vorrei, corde, preziose pietre parole

Ed essere negli atomi attende

Precisione perfetta, bramosa odorata.

 

Bava contro spigoli

E come conto riflessi non valgono

A colmare di segni l'abisso: la mente pensa.

 

(1987)