Rate this Content 0 Votes

Il pulsare sincrono e vario degli occhi e del cervello

non rendono appieno il deserto intorno al cuore

che soggiace alle leggi fatali del sognare.

 

Quando la corda stringe e il senso geme,

il polo tortura è la vita che scarnisce

i chiodi d'acciaio dentro palpebre e gote.

 

Ma perché, ti chiedi impotente,

perché non puoi godere del tutto e subito

che vicinanza ti , d'affetti, di luna...

 

Tu puoi sapere e vedere ma

sentire come potevi l'essere sollevati da

terra e sbattuti, mentre antiche foto

torturano il tuo vivere come qui e adesso?

 

(1987)