Rate this Content 0 Votes

Non abbiamo le infanzie speciali

per raccontare la nostalgia del difficile

come i padri che si inebbriavano de

la guerra attutita da poetica debbenaggine.

 

Chissà come era realmente

quel lontano tempo di eroi

rivissuti, forse era normale allora

colorare definitiva la vita d'intransigenza.

 

Oppure era tutto un sogno ed è solo

il ricordo che riverbera tali echi spenti

rimbalzanti tra consumate sottili parole.

 

Così effimero è  il nostro passo

e trascina legioni di volti che

foglie scompiglia il freddo del caldo autunno.

 

(1987)