Rate this Content 0 Votes

Al passo solitario è anche

incomprendere il corpo.

E immaginarlo di ventura?

Errante gonfio di linfa

 

roboante come principe

di Slesia o di Prussia non

importa malinconico,

basta che sia verace.

 

Primo d'ascolto, la fede

indefetta in una qualche nudità

come di pagina bianca.

 

O vieta del tristo rumore che

l'onde passanti e inquiete

trasudano dall'occhio...

 

(1988)