Rate this Content 0 Votes

Non nostre sono le parole d'estate

che ciaraffano sul labbro lucido

umetto da lingue parventi cantare.

 

Non è questa nostra un'adulta poesia

comparta sull'ansia

assolidata tràditi camminari.

 

I bambini rompono gemme

e aspirano al muschio oppure

alla macchia; è il misto di mare

 

ciò che sappiamo e tutto ciò

tradiamo, stelle inguarnite

sull'acqua, scritte di luce

 

riflessi, non certo profondi...

 

(1988)